19 novembre 2016-justin-bieber-bologna-unipol-concerto

Justin Bieber – Unipol Arena – Bologna – 19 & 20 Novembre 2016

Doppio show di Justin Bieber all’Unipol Arena di Casalecchio Di Reno, Bologna. Il Purpose World Tour, tournée in onore dell’album, appunto, Purpose, che ha da poco compiuto un anno, ha portato con se tantissime conferme, con la consacrazione definitiva di Justin, che, proprio mentre cantava davanti a migliaia di fan, vinceva, dall’altra parte del mondo, svariati America Music Awards. 
I due concerti si sono svolti il 19 e il 20 novembre, entrambi in SOLD OUT con largo anticipo (e con annessi problemi di bagarinaggio, con biglietti a cifre esorbitanti in rivendita). Lo show è stato preparato alla perfezione, palco immenso, ledwall enormi, una piattaforma che scendeva dal soffitto, una gabbia piena di effetti che ha circondato Justin durante “I Show You”, e una serie infinita di effetti. E, per non farsi mancare nulla, uno spettacolo di intrattenimento anche da parte di Justin, che, oltre al canto, suona con disinvoltura la chitarra (in acustico su Love Yourself e Cold Water) e la batteria, con un assolo di svariati minuti. Interagisce anche con le sue Beliebers, rispondendo a domande direttamente dal pubblico, e provando più volte la Mannequin Challenge (senza ottenere un gran successo, per la verità).

justin bieber bologna unipolar arena

Ecco la tracklist delle canzoni da lui suonate:

  • Mark My Words
  • Where Are U Now
  • I’ll Show You
  • The Feeling
  • Get Used to It
  • Love Yourself
  • Home to Mama
  • Boyfriend
  • Been You
  • Company
  • No Sense
  • Hold Tight
  • No Pressure
  • As Long As You Love Me
  • Children
  • Life Is Worth Living
  • What Do You Mean?
  • Baby
  • Purpose
  • Sorry

Il suo tour continua, ha altre date per l’Europa. Ma il nostro appuntamento è già fissato al 18 giugno, quando Bieber tornerà in Italia per gli I-Days a Monza. In quell’occasione condividerà il palco con il neo #1 DJ, Martin Garrix. Si preannuncia un festival degno di nota, che vedrà, oltre ai due già citati, le esibizioni di Linkin’ Park, Radiohead, Blink 182, Green Day e molti altri.
Possiamo dire che, finalmente, anche l’Italia sta godendo di un periodo musicalmente fertile, e che i prossimi mesi saranno più caldi che mai.

Written by: Alessandro Albertocchi

4 motivi per cui è impossibile rinunciare all’Amsterdam Dance Event

Che tu sia un addetto al settore o un semplice spettatore, l’Amsterdam Dance Event ogni anno si conferma sempre più un appuntamento fondamentale nel panorama dell’EDM mondiale.

 

the-chainsmokers-ade 2016 - amsterdam

 

L’edizione appena conclusa ha dato numerose conferme, dalla definitiva ascesa al trono della Dj Mag da parte del ventenne Martin Garrix, alla crescita continua e costante della bass music in tutte le sue sfaccettature, ma anche tante novità, come la ricerca di rinnovamento da parte di tutti i “grandi” che fino ad oggi hanno dominato la scena.

Vivere la città durante l’Amsterdam Dance Event è, per tutti, una grossa opportunità per restare a contatto con l’ambiente della musica elettronica, comparabile a ciò che è per gli Stati Uniti la Winter Music Conference di Miami.

Per questo, vogliamo elencare 4 motivi per cui è impossibile rinunciare a questo appuntamento:

  • Amsterdam, per una cinque giorni diventa il centro del mondo EDM. Che tu sia un DJ, un produttore, un A&R di una qualche etichetta, un organizzatore o una semplice fan, hai tutte le opportunità per arrivare al tuo obiettivo. È un’immersione totale, un’esperienza a 360 gradi, che ti permette di vivere e toccare con mano tutto ciò che durante l’anno puoi seguire solo in poche occasioni o solo tramite lo schermo del tuo PC.
  • Giocati le tue carte, creati le tue opportunità e sfrutta ogni secondo. I ritmi frenetici di questi 5 giorni non lasciano il tempo di ragionare, quindi, cerca di fare tutto il possibile. Comprendere i meccanismi che muovono l’ADE non è semplice, ma una volta ingranata la marcia è difficile fermarsi. Conferenze, master class, appuntamenti, showcase, label party, festival, in ogni angolo della città e ad ogni ora del giorno. Per questo, le opportunità sono dietro l’angolo, può capitare di incontrare chiunque tra un canale e l’altro, e di certo nessuno aspetta te. Vai, e prenditi il tuo sogno.
  • Per quanto i social network permettano di restare aggiornati su ogni avvenimento importante che accade durante l’ADE, nulla è come vivere tutto in prima persona. Durante i 5 giorni, le novità e le possibilità di aggiornamento sono tantissime. Dalle infinite ID presentate dai Dj durante gli eventi e label party, alle notizie di maggior rilievo, fino alla possibilità di provare attrezzature ancora non in vendita o, comunque, non accessibili tutti i giorni, o di partecipare alle master class di professionisti mondiali.
  • Diciamocelo, Amsterdam resta sempre Amsterdam. le possibilità di divertimento sono infinite. La città è tutta da scoprire e da visitare, e i 5 giorni potrebbero non bastare. Navigare tra i canali, passeggiare tra le vie del centro, visitare i musei e le attrazioni principali: dormire diventa superfluo. Gli eventi partono dal mattino e vanno avanti fino a notte fonda; trovare il tempo per conciliare tutto non è semplice, ma con tanta buona volontà (e qualche giorno di riposo ricreativo dopo il viaggio) tutto è possibile. Anche se sei una semplice persona alla ricerca di divertimento, un amante delle serate e dei festival, sei nel posto giusto. L’Amsterdam Music Festival, che conclude l’ADE, anche grazie all’edizione di quest’anno, entra di diritto tra i maggiori festival mondiali.

barong-family-ade-2016-amsterdam

Vale la pena, quindi, mettere da parte qualche risparmio durante l’anno per potersi permettere un biglietto per Amsterdam. L’ADE è, di certo, l’esperienza più completa, intensa e produttiva che qualunque persona all’interno del mondo EDM possa vivere.

 

SEE YOU NEXT YEAR

 

Written by: Alessandro Albertocchi